Archivi tag: famiglia

LETTERA: come togliere il pannolino

 

images

 

Gent. Dottoressa,

sono la mamma di Riccardo, un bambino che ha 3 anni e non vuole togliere il pannolino. Quando gli propongo di fare la pipì nel suo vasino si innervosisce e non vuole. Pensavo di spannolarlo in questi giorni complice il caldo, ma non ne vuole sapere. Mio marito crede non sia così importante e non mi supporta quando insisto con il bambino…secondo lei devo insistere? Sono un po’ demotivata, vorrei un po’ di supporto..

Cristina

Buongiorno Cristina,

togliere i pannolini rappresenta una fase molto importante per i bambini e non è uguale per tutti…c’è chi se lo toglie autonomamente come scelta di indipendenza o chi non è pronto nonostante sia grandicello….la cosa importante è che le mamme non si preoccupino. I bambini comprendono gli stati d’animo delle mamme e per loro è facile percepire pressioni psicologiche…è una fase di crescita molto delicata, deve essere una loro scelta, alle mamme resta da accompagnarli e offrire il loro sostegno ma se non sono i bambini ad essere convinti è difficile e stressante. Il periodo dell’estate è l’ideale, ci possono essere occasioni di piccole vacanze, gite, giochi d’acqua, tutte situazioni che potrebbero offrire spunti per iniziare questa avventura dello stare senza pannolino.

Cercate di creare situazioni di novità..e incentivare la curiosità e la voglia di essere più grande, ma se vedete che non è pronto siate sereni senza mettergli ansie..vi farà capire lui quando è pronto! E tranquilla, non aspetterà ancora a lungo!

Lascia un commento

Archiviato in BAMBINI, LETTERE, UOMINI E DONNE

I primi distacchi dai figli: l’inserimento al nido

Da molti anni lavoro come psicologa e coordinatrice presso servizi per l’infanzia, in particolare nidi e scuole dell’infanzia.

Questa esperienza mi ha permesso di vedere un gran numero di inserimenti e come sono solita dire ai genitori quando spaventati durante il primo colloquio mi chiedono come le educatrici lo gestiscono, “l’inserimento è prima per i genitori e poi per i bambini”.

Molto spesso i genitori affrontano l’inserimento come un evento stressante e traumatico, spesso è il primo vero distacco dal figlio e questo comprensibilmente rappresenta per loro forte angoscia, che inevitabilmente viene trasmessa al bambino. “Potrò fidarmi delle educatrici? Come lo tratteranno? Saranno capaci di accudirlo e capirlo? Gli mancherò? Mi percepirà come la mamma che lo ha abbandonato?”. Questi sono alcuni dei dubbi dei genitori che accompagnano per le prime volte i bambini al nido e purtroppo, anche se questo spesso viene ignorato, i bambini percepiscono queste emozioni nei loro genitori e questo rende l’inserimento più difficile, è utile quindi capire meglio questo momento e imparare a prepararlo bene, sia per i genitori sia per i bambini.

4 commenti

Archiviato in BAMBINI, GENITORI E FIGLI, MATERNITA' E GRAVIDANZA, UNCATEGORIZED