Archivi tag: anoressia

Il ruolo centrale della famiglia e degli amici nei disturbi dell’alimentazione

bulimia

Il disturbo anoressico bulimico e l’obesità si manifestano in genere nell’adolescenza ma le radici si trovano nell’infanzia. I genitori molte volte sono il fulcro del benessere o malessere dei figli. L’anoressia, la bulimia e l’obesità sono malattie che creano disorientamento e dolore all’interno della famiglia e i genitori in particolare si ritrovano confusi, spaventati e  impotenti, con sentimenti di colpa.

Per questo è fondamentale prevedere anche una loro presa in carico all’interno del percorso di cura utile anche per l’equilibrio delle dinamiche familiari.

Anche gli amici hanno una rilevante importanza. È importante la disponibilità all’ascolto non giudicante che rispetti gli spazi e i tempi di chi soffre e non accanirsi in sollecitazioni sull’importanza di alimentarsi. Amici e familiari non possono curare le persone che soffrono di anoressia, bulimia e obesità ma possono indicare percorsi di cura a chi ne ha bisogno.

Pubblicità

Lascia un commento

Archiviato in DIPENDENZE, DISTURBI DELL'ALIMENTAZIONE, UOMINI E DONNE

Anoressia come forma di disagio

anoressia

http://www.youtube.com/watch?v=qFbYW6bNViw

Il termine anoressia significa “perdita di appetito” ma questa malattia costituisce una vera e propria repulsione ossessiva nei confronti del cibo. Una persona è definita anoressica quando il peso corporeo scende sotto l’85% del peso previsto in base all’età, al sesso e all’altezza. Chi soffre di anoressia ha un’immagine distorta del proprio corpo e lo vede costantemente in condizioni di sovrappeso, comincia per questo a rifiutare il cibo e spesso a praticare una serie di esercizi fisici nel tentativo di bruciare calorie ma senza raggiungere mai la forma desiderata. L’anoressia è una malattia determinata da una condizione di disagio psicologico nei confronti di vissuti dolorosi in campo affettivo, lavorativo, scolastico, sociale, da relazioni sentimentali. Il soggetto si sente impotente, incapace di controllare la propria vita, e il solo controllo di cui si reputa capace è quello sul cibo.

Lascia un commento

Archiviato in ADOLESCENZA, DEPRESSIONE, DIPENDENZE, DISTURBI DELL'ALIMENTAZIONE, DISTURBO OSSESSIVO COMPULSIVO