Archivi tag: ADOLESCENZA

Nonni e nipoti adolescenti

Il tempo delle mele

Il tempo delle mele

Una delle relazioni di cui si discute meno è quella dei nonni con i nipoti adolescenti. Si parla dei rapporti con i fratelli, i genitori, gli zii e le zie, ma spesso il rapporto con i nonni è uno dei principali per i nipoti, e, soprattutto in adolescenza, continuano a venire ritenuti tra le principali figure di riferimento.

Facendo un confronto con qualche decina di anni fa si nota una evoluzione economica e sociale che ha portato profonde trasformazioni nella vita della famiglia. Oltre al sostegno economico per le famiglie sempre più in difficoltà, i nonni talvolta si trovano ad affrontare la trasmissione dei valori tra le generazioni con gran difficoltà specie con nipoti adolescenti.

Spesso i nonni sono quindi un validissimo aiuto sia per i genitori, mostrandosi come esempio, che per i nipoti, porto sicuro per confrontarsi con persone di famiglia ma che non siano i genitori, con cui nell’adolescenza si possono avere rapporti difficili.

Lascia un commento

Archiviato in ADOLESCENZA, BAMBINI, ETA' SENILE

Le cattive compagnie dell’adolescenza

Il tempo delle mele

Il tempo delle mele

Crescere significa anche socializzare di più con i pari. Venire in contatto con il mondo esterno comporta il rischio di incontrare quelle che i genitori chiamano “cattive compagnie” che possono essere usate dai genitori per giustificare il comportamento sconcertante dei loro figli.

La questione è: “perché alcuni adolescenti cercano le cattive compagnie ed altri no?”

L’adolescenza per i ragazzi è un momento chiave dello sviluppo, è caratterizzata da modifiche sia nella fisicità, che nei vissuti e nelle emozioni. È fondamentale riuscire a capire cosa possa portare a una vera devianza e cosa salvi il ragazzo dall’adottare uno stile comportamentale antisociale. Importante il ruolo della famiglia, ma oltre alla famiglia è utile considerare la vita sociale tra gli amici. Aggressività e disobbedienza portano a problemi scolastici e a un rifiuto da parte dei coetanei più ‘tranquilli’ e spingono i giovani problematici ad avvicinarsi e ad unirsi. La frequentazione di pari devianti sfocia ovviamente in pratiche antisociali che possono anche consolidarsi nella vita adulta.

5 commenti

Archiviato in ADOLESCENZA, GENITORI E FIGLI

Adolescenti: una storia umoristica per la presentazione della pagella!

Un padre entra nella camera della figlia e la trova vuota con una lettera sul letto.

Presagendo il peggio, apre la lettera e legge quanto segue:

‘Caro papà, mi dispiace molto doverti dire che me ne sono andata col mio nuovo ragazzo.
Ho trovato il vero amore e lui, dovresti vederlo, è cosí carino con tutti i suoi tatuaggi, il piercing e quella sua grossa moto veloce.

Ma non è tutto, papà: finalmente sono incinta e Abdul dice che staremo benissimo nella sua roulotte in mezzo ai boschi.

Lui vuole avere tanti altri bambini e questo è anche il mio sogno. E dato che ho scoperto che la marijuana non fa male, noi la coltiveremo anche per i nostri amici, quando non avranno più la cocaina e l’ecstasy di cui hanno bisogno.

Nel frattempo, spero che la scienza trovi una cura per l’AIDS così Abdul potrà stare un po’ meglio: se lo merita!
Papà, non preoccuparti, ho già 15 anni, so badare a me stessa. Inoltre Abdul, forte dei suoi 44 anni di età, mi segue e mi consiglia al meglio nelle scelte, come quella di convertirmi all’islam.
Spero di venire a trovarti presto cosí potrai conoscere i tuoi nipotini. La tua adorata bambina.


P.S.: tutte palle, papà! Sono dai vicini. Volevo solo dirti che nella vita ci sono cose peggiori della pagella che ti ho lasciato sul comodino. Ti voglio bene!’

Lascia un commento

Archiviato in ADOLESCENZA, GENITORI E FIGLI

Sport e benessere psicofisico

donnahappy

Molte ricerche dimostrano come il benessere psicologico migliori la vita delle persone in tutti i campi: nella vita privata, nella vita lavorativa, ed anche a livello delle prestazioni sportive. È noto quanto soprattutto un atleta professionista deve avere sotto controllo la vita emotiva e personale, altrimenti spesso il rendimento può avere dei grandi crolli a livello delle prestazioni. I fattori che più spesso influiscono nel rendimento sono l’autostima, la percezione di sé e la qualità della vita privata dell’atleta. La cura psicofisica dell’atleta è indispensabile per il raggiungimento di risultati ottimali.

Lascia un commento

Archiviato in ADOLESCENZA, UOMINI E DONNE