Accontentarsi del partner e di una relazione che non ci gratifica

Come-salvare-un-rapporto-di-coppia

Un problema molto diffuso nelle relazioni soprattutto in quelle di coppia, è l’adattarsi spesso a rapporti che non ci fanno molto bene. Spesso ci uniamo a persone con le quali stiamo bene nel momento iniziale, ma man a mano che la relazione continua siamo portati dal partner a sopportare, ad adattarsi a certe situazioni che prese singolarmente non provocano grandi sacrifici, ma nel lungo periodo, tutte insieme, portano a trasformarsi, a diventare “come il partner ci vuole”, accontentandosi dei rari momenti in cui è contento e ci gratifica.

Questo è un processo molto lento, e a causa di questa lentezza spesso non riusciamo a rendersi conto dell’importanza di questi cambiamenti e della portata che essi hanno si di noi e sulle nostre passioni, sul comportamento, sui nostri gusti. Inizia un accontentarsi piano piano di una cosa, poi di un’altra, un trasformarsi per compiacere il partner e non ce ne accorgiamo. Così, a volte iniziamo a credere che simili situazioni siano la norma.

Può essere molto doloroso rimanere con qualcuno che non vuole stare più con noi, passare del tempo con persone che mantengono la “porta chiusa”; al contrario stare con una persona che “tiene la porta aperta”  e sentirsi emotivamente desiderati è meraviglioso.

Annunci

2 commenti

Archiviato in COPPIA, UOMINI E DONNE

2 risposte a “Accontentarsi del partner e di una relazione che non ci gratifica

  1. Marze Uno

    Potrei parlare della mia esperienza personale, 22 lunghi anni passati in una situazione simile,ma non lo faccio. Vorrei solo mettere in luce il fatto che tutto ciò dipende soprattutto dal tipo di educazione ricevuta fino da piccoli. Chi come me è stato educato con autorità a sottostare sempre alla volontà di un padre-padrone, ad ubbidire sempre, a non osare mai alzare la testa, in un rapporto di coppia ” non equilibrato ” sarà sempre destinato ad essere vittima. Quello che voglio dire è che purtroppo tutto questo nasce da molto lontano.

    • Grazie Marze Uno dei tuoi racconti..concordo sul fatto che l’atteggiamento di insicurezza e remissività ha origini lontane..è specialmente nell’infanzia che si strutturano la tendenza ad accontentarsi, il senso di inadeguatezza e di insicurezza…certo possono originare nel corso dell’età adulta anche da esperienze significative, tuttavia la tendenza generale proviene dall’educazione!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...