Archivi del mese: luglio 2013

Coppie: dare fiducia e non consigli

Per la maggior parte delle donne offrire consigli è considerato un gesto d’amore, tuttavia per gli uomini i consigli sono utili soltanto nel momento in cui vengono richiesti. Un modo per mostrare affetto è far capire a un uomo che la donna nutre la massima fiducia nelle sue capacità di risolvere da solo i suoi problemi.

Quando una donna vuole bene a un uomo, desidera spesso migliorare il rapporto e nell’entusiasmo, fa di lui il bersaglio delle sue aspirazioni di miglioramento, dispensando consigli, spesso non richiesti.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in COPPIA

Coppie: come comunicare senza rimproverare

images

© Francesca Catastini
http://www.francescacatastini.it

Le donne e gli uomini hanno stili comunicativi diversi e questo spesso origina difficoltà di relazioni e di sintonizzazione con i partner.

Le donne parlano ai partner dei loro problemi e spesso loro erroneamente danno per scontato che questo significhi ritenerli responsabili e rimproverarli. Credono di essere l’oggetto della loro ostilità: quando lei esprime delle lamentele, lui recepisce rimproveri. A volte gli uomini non capiscono che le donne hanno bisogno di esternare le loro preoccupazioni.

Con una giusta consapevolezza e l’esercizio le donne tuttavia potranno imparare e esprimere i propri stati d’animo senza apparire accusatorie. A questo proposito utile potrà risultare qualche seduta di coppia.

Lascia un commento

Archiviato in COPPIA, UNCATEGORIZED

Prepararsi a diventare una famiglia

images (1)

La transizione da coppia a famiglia è sempre una fase ricca di emozioni; si ha il passaggio da due a tre e contemporaneamente tutta l’organizzazione della coppia varia in funzione del nuovo nato. Sono emozioni bellissime ma anche molto complesse che necessitano di una preparazione: forse è per questo che la gravidanza dura tanto!

Tutto comincia il giorno della notizia: dallo stupore, alla felicità, all’ansia, alla paura….si susseguono varie emozioni che coinvolgono i futuri genitori e li accompagnano fino all’arrivo del figlio; ma queste emozioni sono diverse per i due futuri genitori e, importantissimo, diventa il dialogo. Condividere le ansie, le paure prepara i genitori a una nuova relazione che si instaurerà con l’arrivo del primo figlio.

Spesso tutto questo succede naturalmente, i genitori attraversano queste fasi in maniera serena senza intoppi e anzi, rendendo la loro relazione ancora più stabile, ma con qualcuno non è così facile.

Diventa anche utile domandarsi come mai si è scelto di avere un bambino; nelle situazioni più serene è il coronamento della unione tra due persone che si amano, ma spesso le motivazioni sono diverse nei genitori: per alcuni un figlio riesce a dare un senso a una vita altrimenti vuota, per altri è utile per riconoscersi persone adulte, per altri ancora vuole essere collante per rimediare una relazione di coppia che va male.

Lascia un commento

Archiviato in COPPIA

I primi distacchi dai figli: l’inserimento al nido

Da molti anni lavoro come psicologa e coordinatrice presso servizi per l’infanzia, in particolare nidi e scuole dell’infanzia.

Questa esperienza mi ha permesso di vedere un gran numero di inserimenti e come sono solita dire ai genitori quando spaventati durante il primo colloquio mi chiedono come le educatrici lo gestiscono, “l’inserimento è prima per i genitori e poi per i bambini”.

Molto spesso i genitori affrontano l’inserimento come un evento stressante e traumatico, spesso è il primo vero distacco dal figlio e questo comprensibilmente rappresenta per loro forte angoscia, che inevitabilmente viene trasmessa al bambino. “Potrò fidarmi delle educatrici? Come lo tratteranno? Saranno capaci di accudirlo e capirlo? Gli mancherò? Mi percepirà come la mamma che lo ha abbandonato?”. Questi sono alcuni dei dubbi dei genitori che accompagnano per le prime volte i bambini al nido e purtroppo, anche se questo spesso viene ignorato, i bambini percepiscono queste emozioni nei loro genitori e questo rende l’inserimento più difficile, è utile quindi capire meglio questo momento e imparare a prepararlo bene, sia per i genitori sia per i bambini.

4 commenti

Archiviato in BAMBINI, GENITORI E FIGLI, MATERNITA' E GRAVIDANZA, UNCATEGORIZED

Alla ricerca delle coccole perdute

Alla ricerca delle coccole perdute

“Il bambino ha sempre bisogno di qualcuno che gli faccia le coccole.

L’adulto si fa le coccole da solo e non ha bisogno di nessuno.

Il genitore è l’unico capace di fare le coccole agli altri.”

Lascia un commento

Archiviato in COPPIA, LIBRI, UNCATEGORIZED

Gli uomini vengono da Marte le donne da Venere

Immagine

“Gli uomini e le donne pensano diversamente, vivono diversamente e, soprattutto, parlano lingue differenti, per cui comportamenti simili assumono per gli uni e le altre significati opposti. Agli uomini piace ad esempio essere considerati abili ed esperti, ma spesso hanno bisogno di solitudine; mentre le donne vogliono sentirsi amate, adorano i superlativi e desiderano condividere le proprie emozioni con altri. Ma allora comunicare è impossibile? Assolutamente no, anzi: capirsi può diventare persino un gioco nel momento in cui si è coscienti delle diversità tra uomo e donna. Imparando a parlare la lingua del nostro interlocutore il rapporto improvvisamente diviene facile, semplice, privo di tutte le complicazioni che nascono appunto dalle incomprensioni.”   

Lascia un commento

di | luglio 29, 2013 · 9:55 pm